• Gabriele Palazzolo

Cos'è l'Inbound Marketing ?

Inbound Marketing” è un’espressione ormai sempre più utilizzata e si tratta di una particolare tipologia di marketing, contrapposta al cosiddetto “outbound marketing”.

lavagna con piano marketing

Si tratta di un metodo per aumentare la propria clientela e mirato soprattutto ad attirare nuovi clienti usando determinati strumenti e sistemi. Sfruttando questa metodologia potrai trasformare degli utenti in potenziali clienti e di conseguenza potrai avere più opportunità di accrescere le tue vendite.

Inbound Marketing: in che cosa consiste esattamente e quali sono le sue caratteristiche principali

Inbound Marketing” corrisponde a una tipologia di marketing che ormai si sta diffondendo sempre di più e sta offuscando un’altra tipologia, chiamata anche “classica”, ovvero l’outbound marketing.


Per capire bene le caratteristiche dell’inbound, è opportuno specificare che l’outbound potrebbe essere considerato come un metodo un po’ più invadente, rispetto al primo. Si tratta infatti di interrompere l’attività di un utente sul web, come ad esempio la visione di un video o anche di un’apertura di una certa pagina, facendo apparire inserzioni.


Queste possono riguardare eventi o anche pubblicità relative a prodotti o servizi. L’inbound marketing invece non ha a che vedere con nulla di tutto ciò. Se infatti vuoi ottenere un elevato tasso di “ROI”, sigla che indica un certo ritorno sui tuoi investimenti, allora ti consiglio di puntare sull’inbound.


Questo infatti non mira a ricercare clienti interrompendo una loro navigazione sul web, ma mira a realizzare contenuti specifici e composti da determinate caratteristiche, per far sì che sia la clientela a ricercare te e la tua attività. Si tratta quindi di un meccanismo totalmente opposto, rispetto all’outbound.


Più riuscirai a realizzare testi, immagini e in generale contenuti interessanti, e più gli utenti cercheranno il tuo sito. Per realizzare in modo corretto l’inbound marketing però occorre seguire indicazioni e tattiche precise.

Gli elementi fondamentali che compongono questo particolare tipo di marketing

Ci sono degli elementi precisi che dovrai seguire, per sviluppare al meglio l’inbound marketing e per capire bene in che cosa consiste. Prima di tutto, tieni a mente che dovrai lavorare sia sui contenuti del tuo spazio web, sia sul contesto.


Per quanto riguarda i primi, dovrai realizzare pagine sul tuo sito web oppure articoli, post, video, foto, tutti però in ottica SEO, ovvero tutti dotati delle giuste caratteristiche per far sì che appaiano tra i primi risultati di una ricerca svolta su Google.


Questo significa che dovrai proprio informarti sulla SEO e sulle sue regole, in modo che applicandole sui contenuti che posterai, questi potranno essere facilmente trovati dagli utenti che svolgono ricerche online.


Sempre collegato al concetto dei contenuti però vi è anche l’uso dei canali social, ritenuti ormai un mezzo di comunicazione e di sponsorizzazione fondamentale, per raggiungere un numero di utenti sempre più vasto.


L’inbound marketing però tiene conto anche del contesto, ovvero dovrai studiare attentamente la tipologia di visitatori a cui rivolgerti, studiando strategie apposite e realizzando testi e contenuti volti proprio ad attirare il loro interesse.


Le strategie dell’inbound marketing

Il meccanismo dell’inbound marketing si basa sul suscitare l’interesse degli utenti, attirandoli con contenuti studiati e ottimizzati, sul proprio sito. Lo step successivo però è far sì che questi visitatori diventino dei contatti veri e propri, cioè è necessario far sì che questi interagiscano con commenti, acquisti, condivisioni, visualizzazioni, azioni sul sito, e così via.


Nel momento in cui ormai diventano clienti, è opportuno anche lavorare sulla comunicazione con loro, fornendo news utili e interessanti, magari tramite una newsletter.


Tutti i clienti inoltre possono diventare anche degli ottimi promotori, lasciando recensioni sul tuo sito oppure semplicemente diffondendo giudizi positivi a voce, con altri conoscenti. Proprio per questo, dovrai pensare che una volta ottenuto un cliente, meglio continuare a suscitare il suo interesse.


Ora è meglio approfondire ognuna delle fasi descritte, in modo da capire come fare per generare ottime strategie di inbound marketing.


Attirare e suscitare interesse

È la prima fase, ma è anche la più difficile, soprattutto se il tuo sito o blog è appena nato. Il tuo obiettivo sarà quello di curare tutti i tuoi contenuti, per far sì che riescano ad apparire molto facilmente davanti agli occhi degli utenti, mentre navigano sul web.


Una volta che poi tali elementi saranno notati, l’utente dovrà rimanerne colpito a tal punto che arriverà volontariamente sul tuo sito o sul tuo canale, sulla tua pagina o nel sito del tuo e-commerce.


Per raggiungere lo scopo in questione, prima dovrai informarti molto bene sulla già citata SEO e sulle sue caratteristiche, ma dovrai anche pubblicare con una certa regolarità diversi post. Di questi dovrai curare la tematica, la scrittura, la grafica, i colori, i titoli, ogni cosa dovrà essere studiata in modo da attirare interesse.


Oltre a questo, non dimenticare di promuovere i tuoi contenuti usando diversi canali. I social network in questo caso possono essere un’ottima soluzione, perché aiutano a ottenere un elevato numero di visualizzazioni.


Da visitatori a contatti

Ora che hai finalmente ottenuto dei visitatori, dovrai trasformare questi ultimi in veri e propri “contatti”. Questo vuol dire che devi cercare di capire con esattezza i loro interessi, approfondendo le ricerche relative alle loro necessità.


Per capire questi dati utili però dovrai usare strumenti precisi, come ad esempio landing page che contengono form appositi in cui gli utenti inseriranno dei dati o richiederanno informazioni. Tutto questo potrà esserti utile per avere un quadro più preciso dei visitatori e delle loro aspirazioni, ma non solo.


Per convincere un visitatore a compilare un form o magari addirittura un questionario, dovrai invogliarlo in modo adeguato, suscitando la sua curiosità sempre tramite contenuti di elevata qualità e di grande interesse.

Da contatti a clienti, fino a promotori

Una volta raggiunto lo step dei “contatti”, in realtà si arriva facilmente ai clienti, o meglio, basta poco affinché i visitatori siano trasformati in reali acquirenti. Se troveranno realmente interessanti i tuoi prodotti e i tuoi servizi, li acquisteranno.


Una volta ottenuto un cliente però, dovrai continuare a lavorare sulla soddisfazione dei suoi interessi, magari servendoti anche di una newsletter. Inviando infatti delle mail alla clientela, potrai aggiornarla riguardo eventuali eventi, presentazioni, promozioni, offerte, sconti.


Proprio la tua clientela può diventare però anche un ottimo aiuto per sponsorizzare al meglio la tua attività. Invitando i tuoi contatti a lasciare una recensione dopo aver acquistato infatti potrai avere ottime possibilità di ottenere altri clienti.


In alternativa, puoi persino chiedere un feedback al cliente realizzando una specie di intervista a quest’ultimo, se è d’accordo. Puoi anche organizzare eventi e invitare la clientela a partecipare.


Gli step indicati sono le caratteristiche principali per sviluppare l’inbound marketing e se seguiti, possono aiutarti ad aumentare le visualizzazioni e a trasformare i visitatori in clienti.