• Gabriele Palazzolo

Digital marketing: tutto quello che c’è da sapere

Il digital marketing, conosciuto anche con l’espressione “web marketing”, comprende tutte quelle strategie utili per aumentare la propria visibilità in rete, ma anche per accrescere il numero dei potenziali clienti e vendere e sponsorizzare di più i beni prodotti e/o servizi.

Il campo in questione è formato da diverse attività, strumenti e strategie e si differenzia dal marketing tradizionale per diversi motivi, che corrispondono anche ai suoi aspetti positivi. Il discorso in oggetto inoltre è molto ampio e per questo di seguito si mira a definire le caratteristiche principali, per comprendere al meglio il suo funzionamento e gli elementi più importanti che ne fanno parte, nonché le tipologie in cui si suddivide.


Digital marketing: che cos’è


Il digital marketing riguarda tutte quelle attività di promozione, pubblicità e sponsorizzazione che rientrano nel campo digitale. È quindi un ramo del marketing che concerne tutto ciò che è in rete. Oggi Internet rappresenta un punto di riferimento fondamentale per gli utenti che desiderano cercare informazioni, locali, vogliono informarsi, vogliono comprare, trovare consigli, comunicare.


Proprio per questo, anche la promozione digitale diventa importantissima e si compone di diverse strategie, vari strumenti e tanti mezzi. Per comprendere bene le caratteristiche principali di questo argomento, si può intanto indicare quali siano le attività che rientrano in tale campo. Tra queste, ci sono quelle che riguardano nello specifico i social e di conseguenza si parlerà di “social media marketing”, poi quelle che interessano la sponsorizzazione di prodotti tramite siti e/o blog, ma non solo.


I canali infatti possono essere non solo social media e siti web, ma anche e-mail, applicazioni e tutto ciò che viene considerato come mezzo di comunicazione presente in rete. Si può affermare che lo scopo principale del marketing digitale sia quello di spingere gli utenti all’acquisto di beni e servizi presenti sul web. Quest’ultimo quindi diventa una vetrina in cui poter promuovere i prodotti aziendali, ma non solo. Il digital marketing serve anche per far sì che i potenziali clienti vengano a conoscenza delle creazioni di un’azienda o di un privato. Di conseguenza ha come scopo anche quello di aumentare la visibilità aziendale.


A tal fine, le varie strategie che si useranno dovranno prima di tutto raggiungere il target di riferimento, ovvero il tipo di pubblico a cui si fa riferimento, poi dovranno coinvolgerlo ed eventualmente spingerlo a compiere un’azione. Ad esempio quest’ultima può essere l’iscrizione a una newsletter oppure il fatto di lasciare un contatto, cliccare su un link e così via. Ne consegue quindi che il marketing digitale dovrà riuscire a motivare, ma anche a garantire che ci sia un certo ROI, ovvero un certo ritorno sull’investimento.


Le attività del digital marketing


Si è nominato precedentemente il discorso sulle attività del digital marketing e tra quelle più importanti vi sono le seguenti:

  • analisi della campagna pubblicitaria e sua preparazione

  • analisi del target di riferimento

  • scelta delle metodologie più utili

  • scelta degli strumenti appositi

  • realizzazione di contenuti visivi, audiovisivi o scritti volti a sponsorizzare servizi e/o prodotti

  • studio della SEO

  • pubblicazione dei contenuti sui principali canali di comunicazione

  • analisi dei dati raccolti e degli obiettivi raggiunti

Molto particolare il discorso relativo alla SEO, sigla che sta per “Search Engine Optimization” e che riguarda una serie di regole da inserire sui contenuti pubblicati, al fine di ottenere la massima ottimizzazione di questi ultimi sui motori di ricerca. Tutto ciò serve per aumentare la possibilità che siano visti dagli utenti e più la SEO sarà perfetta e più vi sarà possibilità che quei contenuti siano visualizzati.

Esistono però anche altre attività del digital marketing, che tra l’altro coincidono con le tipologie in cui si suddivide.


Le tipologie di Digital Marketing

Tra i vari rami in cui si suddivide questo settore vi sono i seguenti:

  • social media marketing

  • influencer marketing

  • e-commerce marketing

  • direct email marketing

  • display advertising

  • mobile marketing


A tutti questi si aggiungono i già citati search engine marketing e il content marketing. Ogni elemento citato prende come punto di riferimento un determinato canale di comunicazione. Per fare un esempio, il mobile marketing viene svolto tramite i dispositivi cellulari ed è anche diretto agli smartphone degli utenti. Oltre a questi aspetti, è bene conoscere anche quali possono essere gli aspetti positivi del web marketing, rispetto a quello tradizionale.


I vantaggi del web marketing rispetto a quello tradizionale


Tra i principali aspetti positivi del web marketing, che permettono a quest’ultimo di distinguersi dal marketing tradizionale, vi sono i seguenti:


  • può raggiungere un pubblico molto vasto

  • sfruttando canali di comunicazione comunissimi, può raggiungere un target più mirato

  • si possono controllare facilmente i risultati raggiunti

  • comunicazione più diretta

  • risparmio economico


A differenza del marketing su carta stampata o di quello realizzato attraverso canali televisivi o attraverso la radio, il web marketing può raggiungere un maggior numero di persone, proprio perché su Internet navigano milioni e milioni di persone ogni giorno e in più perché i canali di comunicazione presenti in rete sono ormai quelli maggiormente adoperati.


Ne consegue anche che è presente una certa facilità nella ricerca di un target mirato e questo fattore è molto importante, perché quando si promuove un bene e/o un servizio, non si fa riferimento a chiunque, ma a una categoria ben precisa del pubblico, come una determinata fascia di età o generazione.


Una differenza molto importante tra le strategie tradizionali di marketing e quelle del campo digitale poi riguarda il fatto che in questo ambito è molto più facile controllare i risultati. Per fare un esempio, si può verificare quante visualizzazioni abbia raggiunto un contenuto audio o uno visivo, un testo scritto, ma non solo. Si può anche ottenere in modo rapido il numero di interazioni che una determinata pagina o pubblicazione ha ottenuto nell’arco di un giorno e magari poi rapportare tali dati con quelli della settimana scorso o del mese scorso, per analizzare se vi è stato un miglioramento o no.


Si aggiungono poi a questi elementi anche un tipo di comunicazione più diretta e un certo risparmio dal punto di vista economico. Per quanto riguarda la prima, utilizzando i canali digitali è possibile eliminare tutte quelle barriere che potrebbero rendere difficile il dialogo tra consumatore e venditore. Sfruttando le strategie del web infatti si possono instaurare rapporti più confidenziali e questo potrebbe anche convincere più facilmente un utente a trasformarsi in cliente.


Va aggiunto a tutto ciò anche il fatto che non occorre compiere investimenti eccessivi per il digital marketing, quindi non serve spendere troppo per riuscire a usare tutti gli strumenti di questo settore sempre più utilizzato da aziende e privati per aumentare la propria visibilità, ma anche le vendite dei propri prodotti e/o servizi.