• Gabriele Palazzolo

7 Aziende che stanno facendo del bene durante il Coronavirus (COVID-19)

Aggiornato il: apr 7

Oggi il mondo è al collasso, in esaurimento nervoso, con un livello di stress e ansia esagerati.

Però in queste settimane ci sono state situazioni di grande senso civico e volontà a far del bene.

Abbiamo tutti bisogno di notizie positive, soprattutto in questo brutto periodo, dove il nostro feed dei Social è intasato da cattive notizie e persone che si lamentano della situazione sfavorevole a causa del Virus (COVID-19).

aziende combattano il coronavirus aiutando le persone con grosse donazioni e non solo

Le distillerie producono disinfettante per le mani

A causa del virus e della lotta a lavarsi bene le mani, i disinfettanti o igienizzanti sono scomparsi da farmacie e supermercati, così da renderli molto rari e costosi.


Le distillerie degli Stati Uniti grazie alla ricetta fornita dall’OMS (organizzazione mondiale della sanità) ha iniziato la propria produzione di disinfettanti per le mani.


In sostanza per produrli serve il 60% di alcol e le distillerie ne hanno in abbondanza.

Molte di queste hanno iniziato a distribuire igienizzanti simile all’Amuchina in modo gratuito e in tempi brevissimi.


Razer produce maschere chirurgiche molto necessarie

Mascherine ? Qualcuno sta riuscendo a trovarne in giro?


Le persone sono impazzite, comprando quelle poche mascherine rimaste in massa, pagandole anche a peso d’oro. I medici che ne hanno un reale bisogno sono in difficoltà avendo scorte limitate.


Fortunatamente Razer, un’azienda che produce PC da gaming è venuta in aiuto, utilizzando i suoi macchinari per produrre mascherine e donarli ai paesi che hanno più bisogno in questo momento.


iFixit sta creando materiali di riparazione per le apparecchiature mediche

Altra azienda che sta facendo la sua parte in questo brutto periodo è iFixit. Fornendo materiali di riparazione e guide su come migliorare e riparare i ventilatori anche in modo autonomo, così da poter aiutare i medici in prima linea.


L’imprenditore Joe offre bonus ai propri dipendenti a rischio

I supermercati sono presi d’assalto giornalmente, mettendo a rischio i dipendenti che nonostante tutto continuano a lavorare costantemente, mettendo la propria salute a rischio.


Trader Joe ha quindi deciso di dare dei grossi bonus a tutti i dipendenti che in questo periodo stanno continuando a lavorare nonostante tutto, in quanto i supermercati comunque in questo periodo stanno guadagnando tantissimo, con vendite senza precedenti.


Yale offre lezioni online gratuitamente

Nonostante passiamo molto tempo a casa a guardare Netflix o Amazon Prime Video, possiamo approfittare di questo momento per studiare e accrescere le nostre conoscenze.


Ha pensato bene il famosissimo college Yale di offrire gratuitamente lezioni online dei corsi più popolari, così da poter iniziare una propria crescita personale anche da casa.


Woolworths aprirà un’ora prima solo per le persone più vulnerabili

Ha pensato bene Woolworths, nota catena australiana di alimentari di aiutare tutte quelle persone ad alto rischio, come gli anziani o chi soffre di brutte patologie.


Infatti aprirà ad un orario specifico riservato solo alle persone a rischio, per proteggere la salute di queste persone e dar loro un piccolo vantaggio per procurarsi il necessario.


Taco Bell, KFC e Pizza Hut pagheranno i loro dipendenti durante le chiusure dei negozi

Il proprietario di queste famosissime catene ha annunciato che nonostante la chiusura obbligatoria delle sue centinaia di filiali, continuerà a pagare i dipendenti regolarmente e come da contratto, nonostante la chiusura.


Speriamo che questi imprenditori così di buon cuore possano ispirarne altri a far del bene e aiutare chi ne ha più bisogno.


In un periodo come questo è importante ricordare che siamo tutti esseri umani e che la salute è la cosa più importante che ci sia e piccoli aiuti possono fare la differenza nella vita di una persona.