top of page
  • Gabriele Palazzolo

Intervista a Fabio Antichi - Digital Success

Digital Success è la Rubrica di approfondimento nelle vite, storie e Successi di Professionisti e Imprenditori, che si sono contraddistinti nel panorama italiano e non solo!

Non le solite interviste! In Digital Success approfondiremo la Persona dietro al Professionista / Imprenditore, con domande riguardanti la loro esperienza di vita e lavorativa, pensieri, punti di vista e obiettivi futuri. Meno tecnica e più dietro le quinte delle persone di Successo.

GP: Iniziamo con il presentarti ai lettori, chi è Fabio Antichi? Ero capofficina in un’azienda metalmeccanica ma scopro che è un lavoro troppo faticoso, così nel 2010 mi riciclo nel Marketing.


Negli anni lavoro prima in GGService e in seguito nella famosa agenzia Fortop acquisendo competenze nella Seo e nell’Adv. Oggi in Dibix si occupa di formazione e segue la promozione online di grandi e piccoli brand con particolare attenzione al mondo dell’e-commerce.

Conosciuto oltre che per il lavoro perche conduco un’ironica rubrica video sulle news del web marketing e perche vivo in camper :P.

GP: Cosa significa essere un nomade digitale nel 2023 ? Che responsabilità e abilità richiede. Essere un nomade digitale nel 2023 significa essere in grado di lavorare e viaggiare allo stesso tempo, utilizzando principalmente tecnologie digitali per lavorare da qualsiasi luogo con una connessione a Internet.


Ciò può includere lavorare in modo indipendente o per un'azienda, ma in entrambi i casi il nomade digitale deve essere in grado di gestire il proprio tempo e le proprie attività in modo autonomo. quindi nulla di speciale :P io lavoro per l'agenzia Dibix e così facendo riesco a essere molto produttivo con il mio ufficio sempre con me e allo stesso tempo coltivare relazioni vecchie e nuove

GP: Come hai iniziato il tuo percorso Professionale? Quali sono state le motivazioni e/o abilità che ti hanno spinto e dato la forza per raggiungere obiettivi così grandi?

Ho iniziato subito a lavorare e così ho lasciato l'università. Dopo qualche anno, ho capito che il lavoro era troppo faticoso e, su consiglio di mio padre, ho scoperto l'esistenza della SEO e ho iniziato a fare i primi test. Insomma, la SEO o, in generale, il web marketing degli albori mi facevano sentire come Zio Paperone nel Klondike.


Era un mondo da scoprire, pieno di possibilità, bastava essere curiosi e avere voglia di sperimentare. Fu amore a prima vista e da lì ho avuto la possibilità di conoscere e collaborare con molte aziende clienti, che mi hanno permesso di ampliare le mie conoscenze.

GP: Di cosa vai più fiero?

Non vado particolarmente fiero di nulla Se proprio devo dire qualcosa le cose di cui sono più orgoglioso sono l’aver saputo cogliere qualche falla in Google ed essere riuscito a presidiare quelle fette di mercato. Mi riferisco in particolare a due casi: quando Google ha perso una causa per abuso di posizione dominante e ha liberato uno spazio per i servizi di shopping comparativo, ho creato il sito miominorprezzo.info, che è stato uno dei primi e tuttora gratuito per tutti.


Ancora oggi, a distanza di anni, è un'ottima arma soprattutto per le nuove campagne performance Max. In modo simile, sono stato il primo in Italia a integrare il Merchant Center con gli store fisici, anche questa è un'opportunità di business poco conosciuta ma enormemente potente.

GP: Qual è la sfida più grande che affronti ogni giorno? Lavorativamente parlando.

La sfida più grande è rimanere aggiornato, ma mi piace molto. L'altra sfida è guidare il cliente verso il successo, questa forse è la cosa che mi piace di più, ma ogni volta ci sono nuove criticità, piene di imprevisti, ma che danno molta soddisfazione. GP: Progetti Futuri? (se ne puoi parlare) Vorrei costruire un comparatore di prezzi e sto elaborando una nuova strategia su come utilizzare Google Ads GP: Cosa pensi si debba migliorare nel panorama del Digital in Italia?Secondo me, sarebbe molto utile avere un ente che possa certificare l'affidabilità e la qualità dei consulenti nel campo del digitale. In questo modo, le persone potrebbero avere maggiori garanzie sulla professionalità dei consulenti a cui si rivolgono e non correre il rischio di essere ingannate con promesse irrealistiche o canoni troppo bassi. Inoltre, un ente del genere potrebbe anche aiutare a far emergere i giovani talenti del settore, che spesso faticano a farsi conoscere e a trovare il loro spazio nel mercato. GP: Se avessi un capitale extra di 10 Milioni, come li spenderesti / investiresti e perché ?Qui risponderei non molto da marketer, ma penso che comprerei qualche appartamento e lo metterei in affitto agli studenti. Lavorerei solo per il piacere di farlo, vivendo con la rendita di quegli appartamenti GP: Qual è stato il tuo più grande fallimento lavorativo?

Ho sofferto molto per un progetto che proprio non voleva funzionare. Il mercato era contro di me e, nonostante fossi giovane ma già con una certa esperienza, questo progetto mi faceva impazzire. Si trattava di rappresentare il più noto brand di veicoli industriali, vendeva ma non certo quanto mi aspettavo.


In realtà, la mia delusione non era tanto legata alle vendite mancanti, quanto al difficilissimo e contrastato rapporto che avevo con il mio superiore dell'epoca. Mi sentivo come se tutte le esperienze fatte in precedenza si fossero dissolte come neve al sole. Fortunatamente, appena lasciai quel lavoro, trovai un mondo fertile e molti successi che mi ridiedero la giusta carica

GP: Qual è il tuo più grande Pregio e Difetto?

Sono molto orgoglioso della mia curiosità, che mi ha portato ad avere un buon bagaglio di esperienza. Tuttavia, sono del tutto incapace di fare un lavoro routinario e questo è un grande limite per me, perché in certi casi non serve il fantasista, ma serve costanza e metodo, cosa che a me manca GP: Dove ti vedi tra 10 anni ?

Altra domanda difficilissima! Non ne ho la minima idea ma spero di essere in viaggio non mi interessa dove mi basta farlo GP: Cosa fa Fabio nel week end?

Sono molto appassionato di auto e moto. Ma negli ultimi anni il tempo per utilizzarle è sempre meno, quasi sempre lavoro la sera una bella cena con gli amici e se il tempo libero lo permette una bella dormita GP: Se dovessi dare un consiglio ad un ragazzo under 20, cosa gli diresti?Di sporcarsi le mani. Non c'è corso o tutorial efficace quanto vivere sulla propria pelle i mille imprevisti del lavoro. Per cui consiglio ai ragazzi si di studiare ma di realizzare un progetto proprio da portare avanti con sudore e passione e quello sarà il loro miglior possibile biglietto da visita GP: Quali sono secondo te le Skill più richieste nel tuo mercato attuale? Oggi è fondamentale saper parlare, lavorare in team, essere curiosi e proattivi. In passato queste erano soft skill ma oggi senza di esse nessuna hard skill ha senso GP: Su cosa dovrebbe investire oggi un giovane per farsi trovare pronto nei prossimi anni?Non si può non parlare intelligenza artificiale, credo che oggi indipendentemente all'ambito di competenza sapersi far aiutare e velocizzare da un AI sia super utile, consiglio quindi a tutti di impratichirsi a guidare al meglio un intelligenza artificiale e contemporanea perché no, sapersi raccontare in video.


P.S. questo testo l'ho redatto con l'aiuto di un Ai



Bene, ti ringrazio per il tuo tempo, sono sicuro che tantissimi giovani potranno trarre ispirazione da questa intervista. Vuoi lasciare il link dei tuoi canali Social nel caso qualcuno volesse approfondire ?


Linkedin

News del Marketing

bottom of page