• Gabriele Palazzolo

Imparare la SEO velocemente con 8 metodi infallibili

Aggiornato il: apr 7

Qual è il modo più veloce per imparare la SEO?

Ho chiesto a tantissimi veri esperti della SEO di dirmelo.

Ecco la domanda che ho posto ai diversi esperti negli ultimi 2 mesi:

“Se dovessi ricominciare, quali passi faresti per imparare la SEO?”

Delle tantissime risposte, c’erano molti consigli comuni per l’apprendimento della SEO (Search Engine Optimization). Qui ti elenco i migliori 8 modi per imparare a fare SEO realmente e con risultati.

imparare la seo velocemente - la guida sulla seo

1. Agisci

Sporcarsi le mani e acquisire più esperienza possibile è il modo migliore per imparare la SEO (e qualsiasi abilità). Prova e testa, solo così saprai realmente se qualcosa funziona.


Non devi aver paura di iniziare, tutti i massimi esperti hanno cominciato aprendo un piccolo Blog.


Studia, studia molto la SEO ma nel frattempo metti in pratica, testa e ottimizza tutto ciò che stai imparando durante il tuo percorso di studi.


2. Impara i fondamenti

Segui i migliori blog SEO, i siti Web di notizie SEO, unisciti alle comunità SEO e vai alle conferenze SEO per ottenere conoscenza su tutti gli aspetti del settore.


Vivere e respirare SEO quotidianamente ti renderà un'esperto, avrai la mente al 100% concentrata su quell'argomento e per forza di cose la imparerai alla perfezione, diventando nel tempo un massimo esperto.


3. Cerca un mentore

Avere un mentore esperto / esperto SEO che ti guidi attraverso il processo può farti risparmiare anni di prove ed errori. Questo è forse il metodo più costoso, ma l'esperienza si paga a caro prezzo e può farti bruciare molte tappe, quindi se hai soldi, fallo.


4. Concentrati sui tuoi punti di forza

Ad esempio, se sei un bravo scrittore, concentrati sul lato del contenutistico della SEO. Oppure, se sei un ”influencer” sociale, concentrati sulla costruzione delle relazioni e sul lato PR dell’acquisizione di SEO / link.


In poche parole, sfrutta le tue abilità.

chiave seo con i vari processi

5. Investi in un corso SEO

I corsi di qualità sono strutturati e facili da seguire. Questo è importante quando inizi perché c’è una quantità illimitata di informazioni SEO online che devi imparare. Di contenuti gratuiti ne trovi tantissimi ma poi diventa difficile mettere insieme tutte le parti, quindi trova un corso completo che ti guidi passo passo e ti faccia evitare il commettere errori.


6. Lavora presso un’agenzia SEO

Lavorare in un’agenzia ti aiuterà a crescere come professionista a un ritmo accelerato. Non solo sarai costretto ad apprendere rapidamente la SEO, ma otterrai anche conoscenza su come operano le agenzie. Un giorno potresti aprire la tua.


Trovare lavoro in un'agenzia se non sei esperto non è difficile, anzi, molte agenzie sono sempre alla costante ricerca di tirocinanti - poco pagati - da ''modellare'' a loro immagine e somiglianza per poi ingaggiarli come dipendenti a tempo pieno.


Infatti la cosa migliore e che faccio anche io in agenzia, è trovare persone ancora da plasmare, aperte all'apprendimento e affamate di informazioni.


7. Non inseguire gli algoritmi

Concentrati sullo sviluppo di abilità senza tempo, come costruire relazioni, scrivere in modo persuasivo, saper vendere, creare contenuti SEO, copywriting e digital marketing in generale.


Prima di capire i meccanismi è importante padroneggiare ogni aspetto pratico di ciò che stai facendo, specializzati in qualcosa e poi pensa a capire il funzionamento tecnico.


8. Vai alle Conferenze SEO

Le conferenze SEO e di marketing sono il modo migliore per conoscere e stringere rapporti con altre persone simili a voi. Inoltre, ti troverai vicino a persone che hanno più risultati di te e molto probabilmente stanno avendo già successo. Questo ti costringe ad elevare il tuo apprendimento e cercare di guadagnare di più e diventare un'autorità nel settore.

black hat seo grey hat seo white hat seo

Varie tecniche SEO

Esistono tantissime tecniche SEO molto diverse l'una dall'altra, ma dovresti leggere molti libri, informarti in vari forum e cercare in vari siti di formazione.


In un brevissimo riassunto posso dirti che puoi classificarli in 3 diverse categorie: White Hat, Grey Hat e Black Hat.


I colori rappresentano il grado di apprezzamento dei motori di ricerca verso le tecniche che usi per il tuo SEO, ma ti avverto che alcuni di questi metodi sono vietati. C'è moltissimo da dire anche qui, ma cercherò di essere breve e conciso.


Black Hat SEO

Iniziamo subito col Black Hat SEO, il metodo è vietato e di conseguenza questo modo di agire è assolutamente contro le regole dei motori di ricerca.


Il suo scopo è quello di posizionare, un determinato sito, ai primi posti nei motori di ricerca con delle parole chiave totalmente diverse rispetto al reale scopo della pagina/sito web.

Ti faccio vari esempio:

  • La pagina in questione è piena di parole chiave nascoste in background, per far sì che sono invisibili ai visitatori, ma visibili al ranking (classificazione);

  • Back link >> quando tu menzioni o inserisci dei link esterni nel tuo blog/sito web, Google apprezza ed alza di valore il sito menzionato, ma se inizi ad abusarne: pagando, forzando uno scambio improprio di link o lo inserisci fuori contesto facendo spam;

  • Usare parole chiave assolutamente fuori contesto - es. sito pornografico - per posizionarsi nella classifica della parola chiave "comprare computer" o "giochi per bambini".


Grey Hat SEO

Questa strategia non è ancora molto chiara, però posso affermare con certezza che si parla di una qualsiasi azione che tenti di migliorare il posizionamento di un sito nei motori di ricerca per determinate parole chiave.


Google non vuole che i webmaster inseriscano delle parole chiave ripetute troppo spesso per forzare il posizionamento del proprio sito, inoltre non apprezza molto che si linkano più e più volte le pagine presenti nel proprio sito e soprattutto se, le pagine linkate, non forniscano un ulteriore valore all'argomento che si sta trattando.


Attualmente non è considerato un problema e non sarai penalizzato, però - se abusato - Google potrebbe sopprimerlo in futuro, se trova un modo per farlo.


La chiusura del sito, invece, sarà più fattibile se acquisti dei link, Google non ci penserà due volte a chiudere il sito, anche se in passato era una tecnica largamente usata; ergo, se sospetta che tu stia vendendo link, il tuo posizionamento ne risentirà - questi non verranno presi in considerazione ed il risultato sarà che spendi soldi per niente - .


White Hat SEO

Adesso invece parliamo della SEO linda e pinta: questa tecnica rispetta il 100% i consigli di qualità dei motori di ricerca; non sarai assolutamente penalizzato ed è tutto legale, questo modo di agire ti aiuta veramente a generare più traffico organico, ed è anche ciò che apprezza maggiormente da Google.


Le abilità per muoversi da White Hat SEO sono troppo numerose, ma essenzialmente consiste nel non ingannare i motori di ricerca, ma fare tutto il possibile per dare dei veri contenuti di valore, facilitare l'indicizzazione delle pagine e la comprensione dei loro temi.


I 4 procedimenti per indicizzarsi con il White Hat SEO

1) Scegli il modo migliore per comunicare ai tuoi lettori

Il primissimo modo per l'ottimizzazione della tua pagina/sito web sono:

  • Avere un modo di porti inerente alla tua nicchia (tone of voice) e le parole chiave che vuoi usare per i tuoi contenuti;

  • Devi metterti al posto del tuo lettore per ricavare dei termini che potrebbe cercare;

  • Scegli espressioni adattate al grado di maturità del tuo pubblico;

  • Prova ad usare termini più comuni senza cadere troppo nel tecnico;

  • Prova ad avere uno stile che riflette al meglio il tuo contenuto.


2) Ottimizzare la tua tecnica

Una cosa assolutamente importante è che Google tiene conto della coerenza semantica, e non solo dell'espressione che stai usando, quindi adopera una comunicazione coerente ai contenuti.

Cerca di:

  • Mettere una parola chiave nel titolo;

  • Inserisci il meta tag invogliano a visitare la tua pagina (i meta tag sono i metadati che usano i motori di ricerca per informazioni specifiche ed aggiuntive);

  • inserisci le parole chiave soprattutto: url, titolo della pagina, introduzione, intestazione, immagine (nome dell'immagine e tag alt), non devi dimenticarti di nulla;

  • cerca di migliorare la velocità di caricamento (non vuoi che i tuoi lettori si annoino ad aspettare che il sito si carichi, vero?)


3) Lavorare sull'importanza dei tuoi contenuti:

Adesso che hai in mente come realizzare al meglio i contenuti per tuo pubblico, è il momento d'iniziare a scrivere! Una volta finito, i motori di ricerca inizieranno ad analizzare il tuo contenuto, grazie ai suoi algoritmi, assegnandoti un Pagerank e Trustrank.


Cerca d'avere collegamenti da altri siti - di qualità - del tuo argomento, migliorerai la tua popolarità e quindi la tua visibilità nelle SERP (pagine dei risultati dei motori di ricerca), in questo modo massimizzerai la tua visibilità, ma sempre in modo lecito!


4) Extra SEO

Per monitorare correttamente la tua SEO, ti consiglio di registrarti e confermare la proprietà del tuo sito su Google Search Console, uno strumento offerto gratuitamente da Google per monitorare le pagine che hai indicizzato o eventuali errori; puoi anche inviare il tuo sitemap.xml - un file che elenca tutte le pagine del tuo sito - e analizzare dei dati statistici, per es. query di ricerca, CTR medio e impression che hanno ottenuto le tue pagine nella SERP.


Se hai un'azienda ti consiglio di leggere >> Che cos’è la SEO? Ti sarà davvero utile per il tuo Business! - invece se vuoi approfondire l'argomento leggi >> Terminologia SEO: 14 termini che devi conoscere


Siamo giusti alla fine di questo articolo, spero ti sia piaciuto, fammelo sapere in un commento e condividilo nei tuoi canali.