top of page
  • Immagine del redattoreGabriele Palazzolo

Vendere corsi di formazione online: 💰 guadagna subito con questo metodo infallibile

Aggiornamento: 10 mag


Guadagnare con i corsi di formazione online: ne hai sentito parlare dovunque sul web o su YouTube.

Insomma che tu abbia una passione o lavori in un qualsiasi settore professionale o legato allo sport, bricolage e trading, il pallino di creare un corso di formazione online e venderlo di stuzzica davvero tanto.


Buone notizie: alla fine della lettura di questo articolo saprai esattamente cosa fare per cominciare a guadagnare vendendo il tuo corso di formazione.


Due cosine su di me prima di partire e cominciare a fatturare con il tuo nuovo business.


Sono Gabriele Palazzolo fondatore dell’agenzia di comunicazione GP Media Marketing, da anni con il mio team forniamo consulenza ad aspiranti imprenditori, freelance e brand che vogliono affacciarsi al mondo della vendita online.


I risultati nel tempo sono stati strabilianti con centinaia di imprenditori che grazie alla nostra consulenza e alle nostre attività di marketing sono riusciti, ad esempio, a vendere i loro corsi con fatturati stellari.


Letteralmente gli hanno cambiato la vita.


Ma stop alle chiacchiere, parlavamo di come lanciare il tuo corso di formazione online giusto?


Partiamo!


Indice



Il motivo principale per cui dovresti vendere un corso di formazione online


La trasformazione digitale della formazione è ormai un dato di fatto.


Sopratutto gli eventi degli ultimi anni hanno portato le persone a velocizzare un processo che stava già avvenendo da anni: la digitalizzazione della formazione.


Pensaci bene a cosa succedeva anche solo 10 anni fa.


Se dovevi imparare un mestiere, diventare esperto in una determinata materia, accedere a formazione professionale altamente qualificata, dovevi per forza di cose frequentare un qualche tipo di scuola, centro di formazione o corso specifico e fino a qui niente di particolare.


Il problema era la presenza fisica.


Già perchè non tutti abitiamo nella grande Milano o in città dalle grandi opportunità come Roma, Torino, Parma, Genova.


Internet ha stravolto tutto e con sè le connessioni veloci combinate con le mille piattaforme in cui è possibile pubblicare, vendere e far fruire da tutti i dispositivi in commercio (smartphone, tablet, TV smart e PC portatili e non) è ormai un gioco da ragazzi.


Crescita di Udemy
Crescita di Udemy, uno dei maggiori portali di formazione online al mondo. Fonte immagine: https://fourweekmba.com

Dall’altra parte non mancano le opportunità per gli imprenditori di farsi conoscere e mostrare i benefici dei loro corsi (del tuo corso!) tramite la pubblicità a pagamento.


Già perchè in qualche modo le persone dovranno conoscerti o pensavi che si sarebbero svegliate la mattina pensando a te?


Molti imprenditori tra cui Tomi Mester, famoso per aver creato percorsi didattici di Data Science, hanno lasciato il loro lavoro per realizzare corsi da vendere online guadagnando oltre 9.000 $ al mese!


Altro esempio più eclatante?


Nick Stephenson ha guadagnato oltre 120.200 $ in una settimana con il suo corso di marketing. 


Ma il mercato riguarda anche brand e aziende, Il Sole 24 Ore negli ultimi anni ha visto crescere tantissimo gli iscritti alla sua “Sole 24 Ore Formazione” sfruttando i trend del momento come l’intelligenza artificiale o Master per diventare Manager della Sostenibilità.


Tutto ciò si riassume in una serie di benefici per lo studente e l’imprenditore:


  • riduzione delle barriere di ingresso ai tuoi corsi, sia come limiti di raggiungibilità per i tuoi potenziali clienti che per te come imprenditore nel farti conoscere. Internet eliminare qualsiasi barriera di lontananza.

  • Riduzione dei costi: anche qui vantaggi per il tuo potenziale cliente che non dovrà viaggiare per raggiungerti ma anche per te che in diversi casi non ci sarà bisogno di affittare un’aula di formazione dato che sarà tutto online (tranne magari in quei casi dove è previsto un tirocinio o una parte pratica).

  • Parti da zero? Nessun problema! Con le mille piattaforme online di advertising a pagamento con un giusto piano di marketing raggiungerai il tuo cliente ideale nel giro di poco tempo. Rispetto la pubblicità tradizionale o i media come TV, radio e giornali costa anche meno e hai un miglior tracciamento dei risultati. Inoltre ospitare le clip video dei tuoi corsi sarà completamente gratuito o con un costo relativamente basso in rapporto al tuo fatturato.

Vuoi vendere un corso di cucina? Ti piacerebbe pubblicizzare un corso di time management o di online marketing?


Questa è la tua possibilità concreta di crearti una rendita passiva!


Una volta creato il tuo corso e avviato il tuo piano di marketing avrai un asset che ti consentirà di guadagnare in modo quasi automatico.


Tutto splendidamente meraviglioso ma come si comincia a farlo?


Vediamo subito nel prossimo paragrafo.


La nicchia del tuo corso online: pubblico e personal brand

Facile dire:”voglio vendere un corso di formazione online” ma da dove si parte?


Domanda da 1 milione di Euro.


Il discorso ruota intorno a quella che è la nicchia di mercato, ma non solo.


Il punto è questo, grazie al web abbiamo una finestra sul mondo in cui tutti possono raggiungere tutto.


Arte, cucina, meccanica, artigianato, domotica, tecnologia.


Un bel minestrone insomma! Basta andare su Google e boom in 2 secondi cerchiamo qualcosa e abbiamo i risultati desiderati.


Ecco perchè si parla di nicchia di mercato.


3 cerchi uniti che rappresentano passione, conoscenza e profittabilità
Uno schema su come identificare la tua nicchia facilmente. Fonte immagine: www.elenapetrunina.com


Insomma sai già in quale area vuoi specializzarti? Sai già a chi vuoi vendere?


Bel rebus!


Pensa un pò, dopo anni di esperienza qui in GP Media Marketing la risposta l’abbiamo trovata in un semplice addizione, una formula che risponde alla domanda:”cosa vendere online?”


Cosa vendere online?


Le tue passioni/competenze + mercato vivo e attivo + buyer persona specifica.

Scomponiamo questa addizione insieme ok? Ti sarà tutto più chiaro:

  • Le tue passioni/competenze: in cosa sei bravo? Se sei un esperto un cucina e ad esempio sei un genio nel preparare la pizza alla napoletana difficilmente andrai a creare un corso di trading e analisi finanziaria no? Ecco che abbiamo già identificato il primo punto! Per creare un corso di formazione online dobbiamo addentrarci in tematiche di cui siamo veramente esperti oppure, in alternativa, se siamo interessati ad un mercato specifico possiamo delegare questa parte di creazione delle clip video del corso ad un esperto di quel settore specifico.

  • Mercato vivo e attivo: curioso e interessante saper cucinare la pizza alla napoletana ma ti sei chiesto a chi interessa? Devi capire che ciò che interessa a te non è detto che interessi anche ad altri.

Cosa bisogna fare per capire se c’è interesse su un argomento? Facile si fa un’analisi di mercato. Aspetta, aspetta, aspetta. Non devi ingaggiare un team di specialisti, con alcuni strumenti gratuiti puoi farlo anche tu. Comincia a chiederti:”cosa cercherebbe su internet una persona interessata alla preparazione della pizza alla napoletana?”. Ecco qualche esempio:”come preparare la pizza alla napoletana”,”tutorial pizza napoletana”, “impasto pizza alla napoletana come farlo”. Vedi se ottieni risultati pertinenti come articoli, video, brand che creano corsi (i tuoi concorrenti), post sui social. La cosa peggiore che tu possa fare è vendere cavalcando solo una tua intuizione senza capire se c’è realmente un mercato di riferimento. Si è vero, niente di vieta di vendere un corso dove attualmente "non c’è un mercato" ma a livello di costi e competenze è un qualcosa di estremamente oneroso in termini di risorse economiche e umane. Comincia con qualcosa di “semplice” da cui partire. Buyer persona specifica: donna, uomo, adulto, bambino, anziano? A chi vuoi vendere? Non puoi pensare di creare un corso e di inserire le stesse identiche lezioni se vuoi imparare qualcosa ad un bambino o ad un adulto. Nel caso dei bambini dovrai creare un approccio pratico che li tenga ancorati allo schermo, magari con lezioni brevi e un pò divertenti rispetto ad un corso più tecnico e completo come nel caso di un adulto. Definire l’identikit del tuo cliente ideale (buyer persona) è fondamentale per comunicare in fase pubblicitaria il tuo corso.



Un'infografica che rappresenta come creare una buyer persona
Sapere chi è il tuo cliente ideale è fondamentale per la vendita. Fonte immagine: www.mirkocuneo.it

Identifica i benefici e le paure di chi comprerà il tuo corso

Ok sei sei arrivato fin qui voglio farti i complimenti, hai appena letto il 47% dei contenuti di questa guida, non male, davvero, ma ho ancora molto da dirti!


Come hai letto nei paragrafi precedenti identificare una buyer persona è fondamentale per capire esattamente a chi vendere il tuo corso.


Ora però devi porti una domanda importante: quali sono i benefici che il tuo cliente avrà frequentando il tuo corso e finendo tutte le lezioni?


Lascia che ti spieghi un fatto abbastanza rilevante.


L’essere umano pensa continuamente al suo miglioramento: essere più bravo a fare qualcosa, aspirare a ridurre il processo di un’attività lavorativa per farne un’altra, diventare qualcuno.


Questo è giusto per fare un esempio.


Ora poniamo il caso che tu voglia vendere un corso per diventare un pasticciere specializzato nella vendita di crostate e torte di compleanno.


Quali leve userai per vendere il tuo corso in ottica dei benefici?


Sicuramente punterai sul fatto che:

  • al termine del corso sarai in grado in autonomia e facilità di preparare crostate e torte di compleanno come un pasticciere professionista.

  • Potrai lavorare come dipendente in una pasticceria o metterti in proprio e avviare il tuo business.

  • Sarai in grado di cimentarti in competizioni locali, regionali, nazionali e internazionali nel campo della pasticceria.

Capisci cosa intendo ora?


Questo si collega molto ad altre 3 fondamentali ricerche: pain point, gain point, obiezioni.


Vediamole insieme:

  1. I pain point sono i punti di paura del tuo target, del tipo:”non riuscirò mai ad imparare e fare le crostate da vero professionista.

  2. I gain point sono le ambizioni del tuo target, come ad esempio:”voglio aprire la mia pasticceria e deliziare le persone con le mi crostate alla frutta”.

  3. Le obiezioni invece sono molto collegate al tuo corso, potrebbero essere delle frizioni d’acquisto che dovrai essere bravo a smontare al tuo potenziale cliente. Ecco un esempio:”non sono sicuro che con il tuo corso riuscirò a diventare un pasticciere professionista e lavorare come dipendente in pasticceria”.

Oggi, in questa guida, voglio fare di più e ti svelo anche un segreto per vendere meglio il tuo corso.


Questo segreto si chiama USP (Unique Selling Proposition), qualcosa che sostanzialmente hai solo tu e che non potrà avere nessun altro corso di formazione per pasticciere. 


Non hai afferrato il concetto?


Ok ti spiego meglio un tuo possibile USP.


Definisci il tuo USP


Potrebbe essere un processo per preparare la famosa crostata citata prima, vediamo come potresti presentare il tuo USP in un’inserzione di vendita:

“Tramite la mia personalissima procedura Dolcissimo l’impasto della crostata verrà fragrante e gustoso con tempi di cottura chiari e un tutorial dedicato per ogni tipologia di variate. Le crostate con il metodo Dolcissimo non avranno più segreti per te!”.

Semplice no? Identifica quelli che sono i pain point dell’utente e dai una soluzione usando un USP, in questo caso è il metodo Dolcissimo!


Pubblica e pubblicizza il tuo corso di formazione online

Bene è arrivato il momento di vendere il tuo corso?

Facciamo un riepilogo di quanto detto fino ad ora:

  1. Abbiamo capito che di fronte a te c’è un’incredibile opportunità, quella legata alla vendita di corsi online.

  2. Nicchia e target di riferimento: se non sai a chi vendere non puoi vendere! Identificare il tuo target è fondamentale per la vendita del tuo corso online.

  3. Preparati alla vendita con i benefici per chi svolge il tuo corso.

Ora è tutto più semplice no?



3 cerchi che uniti formano l'identità dell'USP
Un'infografica ci mostra come creare una USP vincente. Fonte immagine: www.mysocialweb.it

“Si ok Gabriele ma come vendo un corso online, su quali piattaforme ma sopratutto come lancio effettivamente una inserzione sui social per venderlo?”


Vendere un corso di formazione online gratis

Ebbene sì è possibile vendere un corso online gratis.

Dai ammettilo non ci credevi!

Tramite la SEO (Search Engine Optimization) possiamo scrivere articoli e contenuti per attirare il nostro target di riferimento e indurlo all’acquisto del nostro corso.

Ok, siamo seri, crescere lato SEO è una tecnica di lungo periodo che non va inclusa tra le modalità di vendita immediata quanto più bisogna inquadrarlo come un investimento di lungo periodo.

I vantaggi?

Se posizioni un articolo bene su Google resti per mesi o addirittura per anni in prima posizione.

Immagina di ricevere 3000 visite al mese per 2 anni di fila, gratuitamente e con un buon tasso di conversione per diversi articoli del tuo sito web. Cosa fai dici di no?

Requisiti per creare un sito web con un blog:

  • dominio + hosting: consiglio Siteground.

  • Il CMS Wordpress con un buon tema, consiglio Newspaper TagDiv.

  • Il plugin per gestire la SEO degli articoli: Yoast SEO.

  • Un plugin per ospitare e far fruire al cliente delle clip video del tuo corso online, LearnDash per esempio.

  • Valutare se farti seguire lato SEO da un professionista che velocizzi il posizionamento del tuo sito web e blog. Possiamo farlo insieme al mio team di GP Media Marketing se vuoi, contattaci gratuitamente cliccando qui!

Vendere un corso di formazione online con Facebook

Come esistono metodi per aumentare gli iscritti ad un tuo corso di formazione in modo gratuito ma lento, ne esitono di più veloci ma più costosi.


Te ne parlo in questo video, ecco cosa imparerai:


  • Sei costantemente visibile sul feed e sulle stories dei tuoi potenziali clienti. Facebook e Instagram.

  • Sono popolati da milioni di persone, siamo in grado di selezionare una precisa fetta di pubblico: il tuo target.

  • Costa sensibilmente meno rispetto la pubblicità tradizionale su giornali, tv e radio. Inoltre si possono tracciare i risultati.



Piattaforme dedicate per vendere di corsi online

Se è tuo interesse pubblicizzare e presentare un corso di formazione online tramite piattaforme dedicate allora questo è il paragrafo che fa per te.

Si esatto, hai capito bene, esistono vere e proprie piattaforme online per far fruire i tuoi clienti dei tuoi corsi.

Molte di queste hanno funzionalità avanzate come un registro che tiene conto delle lezioni che vengono svolte, possibilità di fare quiz o eseguire lo streaming dei contenuti a diverse qualità in base alla tua connessione.

Ecco la lista delle piattaforme online più conosciute per fruire di un corso di formazione:

  • Teachable

  • Kajabi

  • Udemy

  • Thinkific

Sul web ne troverai altre ma per qualità queste 4 sono le migliori in assoluto!

Conclusioni

Complimenti hai terminato la lettura di questa lunga e dettagliata guida su come vendere un corso di formazione online. Finalmente hai un quadro della situazione più chiaro e sai di preciso tutti gli step necessari per raggiungere il tuo obiettivo finale: avviare un business di formazione online o generare un’entrata aggiuntiva per differenziare il tuo fatturato.

In ogni caso sono sempre pronto insieme al team di GP Media Marketing a seguirti passo dopo passo per pubblicizzare il tuo corso di formazione online, contattami gratuitamente cliccando qui.

Comments


bottom of page