• Gabriele Palazzolo

Social Marketing: Come Attirare più Clienti nel tuo Negozio Attraverso il Sistema ''A-F''

Aggiornamento: 10 apr 2021

Premessa: Questo articolo è frutto di esperienza acquisita nel tempo e quindi per leggerlo devi prenderti il tempo necessario, non parliamo di poche righe!

social marketing: come attirare più clienti nel tuo negozio attraverso la nostra strategia

Pensa che ho anche scritto un piccolo Libro proprio su questo, quindi se vuoi leggere con comodo ti consiglio di scaricare l'e-book gratuito. Se hai tempo, allora vai avanti e prosegui con la lettura :-)


Il novanta per cento del successo di qualsiasi prodotto o servizio sta nella sua promozione e marketing.” (Mark Victor Hansen)

Sommario

- Introduzione

- Struttura della Guida

- Presentazione “GP Media Marketing”

- Capitolo 1: Il Mondo Tradizionale Vs. Il Mondo Digital

- Capitolo 2: Il Sistema GP Media Marketing “Fai da Te”: Attrazione e Fidelizzazione

- Capitolo 3: Storie di Successo

- Conclusione e Speciale Bonus per Te


Introduzione

Lo scopo per ogni imprenditore, attraverso la vendita di servizi o prodotti che offre fatta online oppure offline, è quello di…


CREARE RICCHEZZA.


Qual è il mezzo principale? TROVARE CLIENTI.


E oggi, più che mai il tempismo, ossia arrivare e (ri)presentarsi prima degli altri, significa accaparrarsi quella fetta di mercato che si sta già rivolgendo ai tuoi concorrenti.


Intercettare la domanda dei potenziali clienti per mezzo dei Social è la chiave di volta, che ti permetterà di ripartire con il giusto sprint.


Nel 2019 c'è stato un incremento del 29% della spesa pubblicitaria sui Social Network da parte di aziende e professionisti, con un ritorno sull'investimento pari al 200%. Già, hai letto bene: il 200%!

E non lo dico io: parlano chiaro i dati rilasciati da Facebook.


Per capirci in termini di soldi e in modo schietto, questa è la proporzione:

investendo 100 Euro se ne guadagnano circa 300 Euro.


Quindi uno a tre: non male, direi. Cosa ne pensi?


Sempre, stando agli stessi dati, nel 2019 si è verificato un calo del 24% sull'uso dei mezzi tradizionali pubblicitari (radio, tv, volantini, cartellonistica, ecc…) e un incremento della spesa pubblicitaria online pari al 46%, con ovvie previsioni di aumento nel 2021. In Italia, Facebook ha 28 milioni di utenti attivi. Il 62% dei marketer lo considera il miglior Social Network per poter ottenere visibilità e portare all’azienda nuove e continuative vendite, prenotazioni, richieste di contatto e, di conseguenza, all’aumento del fatturato.


Vale la pena considerare anche il Social Instagram, con i suoi 19 milioni di utenti, da aggiungere alla tua strategia di marketing.


Obiettivo di questa guida.


Attraverso queste pagine voglio da un lato farti capire perché devi mettere da parte il marketing tradizionale in onore di quello Digital, dall’altro, dopo aver superato questo step, perché affidarti alle Campagne Facebook e Instagram diventa indispensabile, così come sapere come farle.


Le informazioni che ho raccolto sono dati “oggettivi”, che si reperiscono “un po’ ovunque” e che tutti possono trovare: il vantaggio di questa guida, invece, sta nella condivisione con te delle migliori strategie per attrarre e fidelizzare i clienti.


Difatti, io e i miei collaboratori, abbiamo voluto trasmetterti alcuni dei “trucchi” di fondamentale importanza che il 90% delle persone ignora e che non conosce, commettendo quegli errori che gli fanno perdere molto tempo e denaro.


Parliamoci chiaro: oggi chi ne ha di tempo e soldi da sperperare? Nessuno!


Ed è per questo che è nata la guida che hai tra le tue mani.


Grazie all’applicazione di queste tecniche, che puoi mettere in pratica fin da subito, sarai in grado di ottimizzare le tue inserzioni e smetterla di sprecare risorse.


Torniamo a noi: prima ho inserito tutte quelle percentuali per farti apprendere il potenziale di Internet; adesso voglio affrontare i due luoghi comuni che hanno la maggior parte degli imprenditori con cui settimanalmente entro in contatto.


Trasmetterti questo è importante perché il “blocco” dovuto proprio a tali modi di pensare t’impedisce di fare quel “salto” di qualità per attrarre più clienti. Eccoli:


>> Preferire (ancora?) il marketing tradizionale.

>> Usare in autonomia la promozione dei Social senza una strategia o un minino di formazione.


Lo scenario in cui spesso incappo è quello di assistere, in entrambi i casi, ad un ritorno bassissimo dell’investimento a fronte della spesa. E credimi, a volte è anche molto cospicua.


Molti hanno la presunzione di pensare che la comunicazione sui Social sia solamente il saper scrivere correttamente in italiano, inserire delle immagini d’effetto, mettere a budget qualche euro al giorno e il post per “magia” ottenga successo.


Sarebbe fantastico, ma purtroppo la realtà è ben diversa!


Non partendo da una strategia precisa e non utilizzando i giusti metodi, l’unico risultato che si otterrà sarà quello di non avere generato contatti, aver sprecato i tuoi soldi e peggio ancora creare un danno d’immagine per il tuo Business.


Dopo aver fatto alcune valutazioni e visto il “comportamento online” dei miei clienti, mi sono reso conto che se le tecniche e le informazioni su una corretta gestione dei Social fossero stati incanalati nel modo giusto, o perlomeno fossero stati un po’ più affinati, avrebbero portato sicuramente molti più clienti e più esiti positivi.Il monitoraggio e i risultati sono quei fattori che fanno la differenza.

Quindi, nel primo caso, usando il marketing tradizionale NON hai nemmeno la possibilità di “controllare” i numeri e, nel secondo caso, soffermarti ad una gestione semplicistica dei Social basato solo sul numero dei “like” o al conteggio dei “follower” (ossia alle cosiddette vanity metrics) che servono solo ad appagare l’ego dell’imprenditore, la realtà è che non portano alcun rientro.

Partiamo con ordine.


Marketing Tradizionale Vs. Marketing Digital.

Il titolo di questa guida è “Il Marketing Tradizionale… è Morto” perché è una sostanziale e tangibile verità.


Il marketing è l’insieme delle azioni che s’intraprendono attraverso determinati strumenti che portano il messaggio dell'azienda verso l’esterno per catturare nuovi clienti e fidelizzare quelli già acquisiti. Lo si fa, insomma, per farsi conoscere e per entrare in un circolo di vendite continuative e profittevoli.


Tra queste, abbiamo il passaparola (che in parte è ancora necessario), gli strumenti abitudinali, quelli fatti fino a poco tempo fa offline: cartelloni, volantini, pubblicità in radio, ecc…


Tutti metodi, “validi” da un punto di vista del proprio “ego”, ma… bisogna porsi una domanda: quanto realmente sono utili per la tua attività? O meglio: sicuramente la propria funzione la svolgono, ma quanto sono produttivi ai fini di aumentare il fatturato?


E ancora… quanto realmente a fronte dei costi sostenuti è stato possibile capire quanti nuovi clienti hanno apportato? Il discorso è che non lo si può sapere, proprio per la loro natura: non sono misurabili. Cosa vuol dire questo?


Che non è possibile sapere quante persone hanno visto il tuo cartellone o sentito lo spot in radio e poi aver compiuto l’azione che volevi (una chiamata, una prenotazione, una vendita, ecc...).


Il rischio di buttare al vento interi capitali è altissimo. Magari questo aumento di clientela non c’è stato così come ti aspettavi, la frustrazione decade sul tuo stato mentale e così, come in una catena, si potrebbe arrivare addirittura a fallire.


Perché, diciamoci come stanno le cose: il budget per il marketing non è infinito.


Ripartire adesso in maniera efficace, di “prepotenza” e con gli strumenti giusti è necessario ed è l’unica strada percorribile, ottimizzando al centesimo le risorse, tra l’altro limitatissime al giorno d’oggi! Attirare clienti in negozio con il marketing è davvero semplice se utilizzato con metodo.


Inoltre, se ad esempio in un volantino ti accorgi o pensi di aver sbagliato un colore, il titolo, la descrizione non lo puoi modificare così “velocemente” né tanto meno economicamente.

C’è per di più, un aspetto indispensabile: non ti è possibile fare dei “test”, per verificare il gradimento e l’effettiva risposta dei potenziali clienti.


Non si possono, cioè, utilizzare, come succede con le sponsorizzate online diverse varianti, in modo da poter modificare il contenuto immediatamente dell’inserzione al fine di scegliere quello che ha più riscontro.


Attirare nuovi clienti e fidelizzare quelli già “tuoi” con promozioni, offerte ed eventi speciali è una sfida difficile anche perché devi farlo costantemente e continuamente.


Certo, impegnativa, ma non impossibile!Quindi, con il marketing tradizionale si va un po’ “a fortuna”, non potendo mai sapere effettivamente il reale ritorno dell’investimento fatto. Ottimizzare le risorse è possibile, ma solo unicamente attraverso lo studio dei numeri, cosa assolutamente non fattibile con i metodi che ti ho appena descritto.


Usare in autonomia la promozione dei Social senza una strategia o un minino di formazione.

Se ti dicessi che esiste un metodo per poter portare clienti nel tuo studio, negozio o attività in maniera automatica e continuativa e per di più…


senza buttare via nemmeno un centesimo, saresti felice?


Io credo proprio di SI’, perché il lavoro dell’imprenditore è lavorare, pensare a come ottimizzare la propria azienda, affinare il rapporto con i fornitori, far quadrare i conti, veicolare le risorse in maniera perfetta:


NON è quello di cercare clienti!


Questa è un’attività che puoi benissimo delegare, con l’enorme vantaggio di trovarne moltissimi, 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno. Senza dover spendere ore di lavoro essenziali a fare altre attività ben più produttive.


Qual è questo metodo?


Attraverso le Facebook Advertising, utilizzando la piattaforma BUSINESS MANAGER, che serve appunto a gestire i banner pubblicitari (le famose “sponsorizzate”) per raggiungere un pubblico specifico, in base agli interessi degli utenti, all’età e alla geo localizzazione, sia su Facebook sia su Instagram. Se ad esempio, sei il titolare di un negozio di vendita di articoli per la prima infanzia, puoi far arrivare la tua comunicazione e/o promozioni alle sole donne con figli dai 0 ai 3 anni, escludendo tutte le altre, non spendendo soldi inutilmente. Così facendo si massimizzeranno le conversioni e, per di più, tieni tutto costantemente sotto controllo, perché sai esattamente i numeri.


Fantastico, vero? Ma… ecco che c’è un “contro”.


Spesso, i miei clienti, mi dicono in tutta onestà, che prima di rivolgersi a noi si sono affidati a “campagne fai da te”. Se da un lato è vero che tutti possono cogliere questa fantastica opportunità, dall’altra devi sapere esattamente come fare.


Uno dei modi più errati in assoluto da adottare è quello di fare un’inserzione attraverso il tasto “metti in evidenza il post” o ''promuovi impresa locale'' che trovi facilmente (fin troppo!) in ogni foto o video pubblicato nella tua pagina aziendale. Per quale motivo? Te lo spiego subito.


Facebook lo permette, non perché sia “cattivo”, ma semplicemente per il fatto che è una piattaforma che “vive” di pubblicità, quindi fa il proprio d’interesse: più persone decidono di utilizzare questo metodo più guadagna. E’ solo una semplice attività imprenditoriale.


Questa funzione è stata pensata per semplificare la vita all’utente inesperto: in appena “2 click” può promuovere il contenuto, in modo semplice e poco impegnativo, ma di contro non assolutamente profittevole e ti piego perché.


Per onestà intellettuale devo affermare che in alcuni casi porta anche discreti risultati, ma nella stragrande maggioranza dei casi reprime un esplosivo potenziale.


Usando il ''metti in evidenza”, vengono spinti i post alle sole persone che sono più propense a mettere “Mi piace” quando in realtà bisogna capire se queste persone siano davvero interessate a diventare clienti. Inoltre, non puoi nemmeno testare altre varianti dello stesso post per sapere quali vengono apprezzati maggiormente.


Nel 79% dei casi, il budget per questi tipi d’inserzione è quindi letteralmente “buttato via”, creando nell’imprenditore o libero professionista che lo utilizza l’errata idea che la propaganda su Facebook e Instagram non funzioni, quando la realtà e che se non hai avuto risultati è perché c’è stato un errato utilizzo.


Difatti, attraverso il Business Manager (proprietà di Facebook), è possibile scegliere e profilare ben 20 parametri per gli ''obiettivi della campagna''. Grazie all’impostazione di tutte queste variabili è possibile creare un’inserzione in modo che risponda in maniera quasi perfetta.


Questa, da una parte è una grande opportunità perché permette di ottimizzare al massimo lo spot, come un vero e proprio cecchino, ma dall’altra rischia di creare confusione, proprio per le moltissime varianti da considerare.


Le campagne fatte dai professionisti includono tutti questi fattori che, invece, gli imprenditori ignorano, ma che allo stesso tempo sono davvero indispensabili: l’immagine da usare, il titolo accattivante, le emoticon, il testo scritto secondo le regola della “scrittura per vendere”, i colori volti a catturare l'attenzione e molte altre ancora.


Oltre a questa enorme possibilità, un altro potere è quello di essere misurabili in tempo reale. In ogni istante è possibile cambiare o modificare una delle variabili al fine di ottimizzarla, proprio perché hai avuto un riscontro immediato, e ripartendo con una più performante.


Anche una sola parola scritta in maiuscolo piuttosto che in minuscolo, la scelta di un colore o di un font, piuttosto che un’immagine rispetto ad un video possono determinarne la riuscita. Ed è per questo motivo che, noi tecnici, procediamo con testarne il più possibile e tenere solo quelle più “produttive”.


Le Facebook Ads sono un potente mezzo a disposizione di aziende locali (fabbriche, ingrossi, ipermercati, ecc… ), attività commerciali (bar, ristoranti, negozi, ecc... ), e liberi professionisti (dietologo, personal trainer, fisioterapista, ecc… ) sia per ottenere nuovi clienti sia per aumentare la notorietà nella propria zona, a prescindere dal settore, dalla dimensione e dal tipo di offerta.


Quello che fa la differenza è solo la tua voglia di espanderti e rivelarti al mondo intero!


Creare la pagina aziendale è gratuito e posso affermare con assoluta certezza (dovuta ai risultati dei miei clienti) che fare divulgazione mirata su Facebook è un modo preciso, ottimale ed economico rispetto agli enormi vantaggi che è possibile ottenere.


Ad esempio, per una città come Siracusa il budget va da un minimo di 200 euro fino al massimo di 350 euro al mese, e spesso ha generato ai nostri clienti introiti di 10 volte tanto sul budget investito. (O anche di più, ma non voglio esagerare… )


Lasciamelo ripetere: D-I-E-C-I V-O-L-T-E!


Nero su bianco: difatti, dopo lo vedrai con i tuoi stessi occhi.


Quindi, approcciarsi al mondo Digital in maniera professionale è la miglior formula per attirare i nuovi clienti nel tuo negozio e fidelizzare quelli esistenti.


“E se volessi imparare da solo a fare gli annunci?”E’ una cosa fattibile, anzi te lo consiglio investendo pochi euro per volta, sperimentando e renderti conto dell’enorme potenziale di tutto quello che ho detto sino a qui.


Torniamo a Facebook: perché proprio questo mezzo? Per una serie di ragioni molto vantaggiose: